Galleria Soci

2014

Nel 2014 Abbiamo organizzato:

 

Gita culturale Museo Piana delle Orme

 

Corsi modellismo interni

 

Mostra divulgativa a Cerveteri 7-8 dicembre

Abbiamo partecipato:

Anzio: marzo

Euroma: marzo

Riccione: 30-31 maggio

Alba Iulia: 30-31 maggio (romania)

Stresa : 11-12-13- luglio MONDIALE

Narni: 11- 12 ottobre

S.M.Capua Vetere: 18-19 settembre

2013

Nel 2013 Abbiamo organizzato:

16-17 marzo navetta per nostro concorso da Siena, Calenzano, Imola, Bologna.

Corsi di modellismo per interessati esterni.

Abbiamo partecipato:

Bologna 16-17 marzo:                            Roma mostra del soldatino lungo il Tevere: 20 giugno-01 settembre:

Euroma 06-07 aprile:                             Catania: 10-21 luglio:

Appiano 13-14 aprile:                             Bucarest (Romania):15 settembre-26 ottobre:

La Spezia: 19-21 aprile:                         Perugia: 21-22 settembre:

Volpiano: 27 aprile-05 maggio                 Imola: 04-06 ottobre:

Murisengo: 18-19 maggio:                      Monreale: 04-06 ottobre:

Torino: 01-02 giugno:                            Santa Maria Capua Vetere: 02-03 novembre:

Thiene: 08-09 giugno:                            Ludica Model Roma:29-30 novembre- 01 dicembre

2012

Nel 2012 Abbiamo organizzato:

22 – 27 aprile mostra divulgativa modelli nostra Associazione al Forte Michelangelo in occasione       dei festeggiamenti della Patrona Santa Fermina.

Abbiamo partecipato:

Bologna: 24 – 25 marzo
Euroma: 14 – 15 aprile
Siena:     19 – 20 maggio
S.Maria capua Vetere novembre
Terranuova Bracciolini: novembre

2011

Nel 2011 Abbiamo organizzato:

13 marzo: navetta da Calenzano per trasporto modelli a Civitavecchia,
19-20 marzo: 7^ mostra-concorso “Città di Civitavecchia”,
 Settembre: mostra espositiva e divulgativa alla “Notte Bianca” a Civitavecchia con uno stand in via Trieste centro storico.
Da Ottobre ripresa corsi di pittura ,invecchiamento e altro con aerografo e pennello.

Abbiamo partecipato:

VERBANIA: marzo
EUROMA: aprile
THIENE:giugno 4-5
SARZANA: giugno11-12
PERUGIA: settembre 16 - 17
MONREALE: ottobre 8 – 9
NAPOLI: ottobre 22 – 23
S.MARIA CAPUA VETERE: novembre6

2010

Nel 2010 Abbiamo organizzato:

21 febbraio : navetta da Calenzano per concorso Civitavecchia.
27 – 28 febbraio: 6^ mostra-concorso “Città di Civitavecchia”.
17-18 aprile: mostra espositiva Ladispoli Sagra del carciofo.
11-12-13 giugno: partecipazione e organizzazione a Bracciano per il Festival “Il Soldato”.
26-27 giugno: 55° Palio della Gioventù Civitavecchia Mostra

Abbiamo partecipato:

13-14 marzo. 4^ concorso Modena.
01-02 maggio: Verbania
07-08 maggio: Euroma
22-23 maggio: Siena
           ottobre: Imola
04-07 novembre: Roma
20-21 novembre: Terranuova Bracciolini

2009

Nel 2009 Abbiamo organizzato:

20 febbraio: navetta da Baia Domizia per Civitavecchia.
21 febbraio : navetta da Calenzano per Civitavecchia
28 febbraio – 1 marzo: 5^ Mostra /Concorso Città di Civitavecchia.
10 maggio: navetta da Euroma per Grosseto.
23 – 24 maggio : abbiamo organizzato la 4^ Mostra Concorso di modellismo statico “Savoia Cavalleria” a Grosseto.
20 – 21 giugno: partecipazione al 54° Palio della Gioventù alla Repubblica dei Ragazzi di Civitavecchia con una mostra di modelli dell’associazione e promozione modellismo.
4 – 5 luglio : mostra nostri modelli a Tolfa (Roma) per promozione modellismo.
Da Ottobre ripresa corsi di pittura ,invecchiamento e altro con aerografo e pennello.

Abbiamo partecipato:

4 – 5 aprile: Mostra Concorso Faenza.
9 – 10 maggio: Mostra Concorso Euroma.
6 – 7 giugno: Mostra Concorso Red Devils Thiene
4 – 5 settembre: Mostra concorso Milisaona.
19 – 20 settembre: Mostra Concorso Perugia

2008

Nel 2008 Abbiamo organizzato:

23 – 24 febbraio:   4^ Mostra/Concorso Città di Civitavecchia

02 aprile :             corsi di pittura con aerografo e pittura figurini con pennello

21 – 22 Giugno:     esposizione modelli della nostra Associazione per il 53° anniversario della Repubblica dei Ragazzi di Civitavecchia .

13 – 14 settembre : Partecipazione alle giornate ecologiche “Il Pirgo Sotto Sopra”, organizzata dalla Associazione Pirgo.org.

Da novembre ripresa corsi per soci e non di modelli con aerografo e pennello

Abbiamo partecipato alle mostre/concorso:

22 - 27 gennaio -         64° Anniversario dello Sbarco degli Alleati nella Città di Anzio, con dei modelli riguardanti la seconda Guerra Mondiale nella sala delle Conchiglie di Villa Adele, anche sede del Museo dello Sbarco.
09 – 10 aprile:       mostra concorso Verbalia Pallanza
10 - 11 maggio:     mostra concorso Euroma
21 – 22 giugno:     mostra concorso Anzio
27 – 28 settembre: mostra concorso Imola

2007

Nel 2007 Abbiamo organizzato:

-Mese di Febbraio-   giorni 2-3-4 Ladispoli, mostra di modellismo statico nella biblioteca comunale

messa a disposizione dall’Assessorato alla Cultura e Spettacolo.

-Mese di Marzo –     Aprile, 3^ mostra concorso Città di Civitavecchia.

-Mese di Maggio-     Mostra modelli in uno stand al parcheggio della Marina di Civitavecchia in collaborazione con i modellisti dinamici.

-16   - 17 Giugno -     Civitavecchia esposizione nostri modelli nella sala Ricevimenti della Parrocchia Dei Cappuccini.In contemporanea parteciperemo alla mostra concorso città di Rieti

organizzata dai modellisti Reatini.

-23 – 24 Giugno -       Civitavecchia esposizione nostri modelli nelle sale della Repubblica dei Ragazzi per il loro 52° anniversario.

-30 Giugno - Civitavecchia esposizione modelli navali al Pirgo con L’Associazione Il Pirgo .org.

-1 - Luglio -   Visita organizzata del Gruppo al museo dell’aviazione di Vigna di Valle.

-19-20-21- Ottobre – Allumiere richiesta del Comune per l’allestimento mostra di modellismo della nostra Associazione al Palazzo Camerale.

Abbiamo partecipato alle mostre/ concorso:

14-15 Aprile               Verbania Pallanza
15-22 Aprile                 Perugia
12-13 Maggio             Euroma
16-17 Giugno               Rieti
15-16 Settembre           Savona
23-24 Settembre           Anzio
13-14 Ottobre             Saint Vincent  
28 Ott.- 04Novembre   Caltanissetta
10-11 Novembre          S.Maria Capua Vetere
17-18 Novembre       Terranova Bracciolini (AR)

2006

Nel 2006 Abbiamo organizzato:

-Mese di Aprile, 2° mostra concorso Città di Civitavecchia.
-Mese di Giugno, esposizione modelli nostro gruppo in occasione del “51° Palio della Repubblica dei Ragazzi” di Civitavecchia.
-Abbiamo effettuato durante l’arco dell’anno corsi interni all’associazione di pittura con pennello e aerografo.

Abbiamo partecipato alle mostre concorso:

13-14 Maggio             Euroma.
20-28 Maggio             Cordenons   (PD).
13-19 Agosto             Leonessa   (RI).
23 Sett.-1 Ott.             Caserma Cecchignola   (RM).
4-5 Novembre            Colle di Val D’Elsa   (SI).
11-12 Novembre         Monte s.Savino   (AR).

2005

Nel 2005 Abbiamo organizzato:

-Mese di Aprile, 1° mostra concorso Città di Civitavecchia.

-Mese di Novembre, esposizione modelli nostro gruppo in occasione dell’80°anniversario della fondazione del Dopo Lavoro Ferroviario di Civitavecchia.

Abbiamo partecipato alle mostre concorso:

14-15 Maggio             Euroma .
24-31 Luglio               Montelupone   (MC).
4-6 Novembre            S.Maria Capua Vetere   (CE).
4-11 Dicembre            Rieti.

 

 

Chiudi o vai in fondo alla pagina

Nostre Attività 2005-2014

La televisione è uno dei mezzi di divulgazione più efficaci. E' per questo che la nostra Associazione, avendone avuto la possibilità, ha accettato di buon grado a partecipare ad una serie di trasmissioni televisive atte  a divulgare l'arte del modellismo statico in tutte le sue sfumature con l'intento di stimolare ed avvicinare chi di modellismo non ne ha mai fatto ed interessare chi di modellismo se ne intende.

Chi ci ha dato questa opportunità è l'emittente di Civitavecchia PROVINCIA TV canale 667 del digitale terrestre e 5667 di Sky.

L'agenda prevede 2 puntate di 45 minuti per i Figurini, due puntate di 45 minuti per il modellismo aereo e due puntate di 45 minuti per il modellismo navale, due puntate di 45 minuti per Carri e Mezzi civili e militari, due puntate di 45 minuti per Diorami.

Anche se probabilmente la durata degli interventi non sarà sufficiente a dare una spiegazione esaustiva, siamo sicuri che riusciremo ad incuriosire ed interessare molte persone perchè il modellismo non è semplicemente un passatempo ma vera e propria arte che non ha niente da invidiare alla pittura o alla scultura perchè il vero modellista è contemporaneamente pittore, scultore, ebanista, orafo, storico... provare per credere!

Le puntate andranno in onda il sabato alle 20,10

 

Mostra Navalia

 

Sabato presso la Mostra Navalia ha fatto visita il Direttore del Museo del Mare e della Navigazione Antica di Santa Marinella, il Dott. Flavio Enei insieme ad una delegazione del Gruppo Archeologico Cerite (GATC).

Il Noto direttore dell’importante sito archeologico Pyrgense si è fatto accompagnare in una coinvolgente visita guidata dal responsabile tecnico del Centro Archeologico Studi Navali (CASN-LANS).

La visita ha rappresentato un viaggio a retroso sia per il Museo del Mare che per il CASN-LANS, che per molti anni hanno collaborato e lavorato insieme, introducendo in Italia interessanti studi sulle tecniche di costruzione navale antica e sulle tecnologie e metodi utilizzati dalla navigazione greco-etrusca e romana a livello sperimentale.

Importanti Macchine ed Apparati oggi sono presenti all’interno della Mostra Navalia, usciti dai laboratori civitavecchiesi del CASN –LANS che   rappresenta, ad oggi, il sito più aggiornato sull’idraulica navale antica al mondo.

Il monitoraggio e lo Studio attento, effettuato negli anni, di molteplici relitti sparsi in tutto il Mediterraneo, grazie alla collaborazione con Università e CNR stranieri hanno permesso al CASN-LANS,   scoperte ed acquisizioni aggiornatissime che   hanno evidenziato chiaramente che l’idraulica navale romana era in pieno possesso di tutti i principi e di tutti i sistemi di movimentazione ed espulsione dell’acqua che risultano essere impiantati nelle nostre più moderne Navi.

Infatti nella Mostra si passa dalle pompe a stantuffo alle antesignane delle giranti sino ad arrivare alle turbine di Archimede.

Al rimbombante scroscio dell’enorme quantità d’acqua alzata da queste macchine che svuotavano le sentine delle navi romane, mettendole in sicurezza la navigazione, si rifletteva, con il dott.Flavio Enei sull’importanza di tali apparati che oltre a dare la possibilità e la tranquillità di viaggi d’alto mare, risultano al momento l’unico sistema di sicurezza comprensibile per la navigazione di quei tempi.

Ci fa notare   il Direttore del Centro Civitavecchiese - che le Flotte romane erano pienamente in grado, dopo la vittoria sulla grande marineria Cartaginese, di effettuare abitualmente traversate   oceaniche e che testimonianze chiare sono rimaste di questi viaggi fino all’India e alla Cina.                                                                                                 Spesso pensiamo alle legioni romane che devono arrampicare fino ai confini della Britannia, dell’Africa dell’India e dell’Estremo Oriente, ma allo stato pratico Roma fu espressamente una grande Potenza Navale che seppe impadronirsi dei Mari e sfruttarli come non si era mai visto, inserendo il Diritto e la Legge anche alla Navigazione e debellandone le Piraterie.

Conclude dicendo” è incredibile pensare, che c’è stato un lungo tempo dove equipaggi misti composti da; comandanti greci, militari italici, marinai gallo-iberici , rematori africani, celti o germani potevano navigare insieme sentendosi in un sol modo; Romani.

Vi è ancora un pò di tempo per visitare la Mostra NAVALIA, aperta tutte le mattine fino al 10 febbraio, con visite guidate dagli archeologi subacquei dell’Università di Romatre.

Si segnalano ancora diverse conferenze e Mithing sugli argomenti dell’idraulica e della Navigazione legati alla Città di Civitavecchia.

Si ringrazia per la disponibilità dei Locali, la Marine Service, CASTALIA e i suoi uomini per l’organizzazione.

Buona Visita a tutti

Concurs International de Machete Statice 2015

 

Si è concluso il concorso internazionale di modellismo statico indetto dai nostri amici di Alba Iulia in Romania.

Come ormai di consuetudine, anche la nostra Associazione ha partecipato con ottimi risultati.

Di seguito i premi vinti da GMCentumcellae:

 

Medaglia di Bronzo a Paolo Colaiacomo con l'aereo He-162 categoria 1/72

Medaglia d'argento a Pietro Rosignoli con l'aereo FOCKE-WULF FW 190 A8 categoria 1/48

Medaglia d'oro a Domenico Ciurleo con l'aereo Mirage F1 categoria 1/48

Medaglia d'oro  Gioacchino Visaggio con la nave Savoia Nave Reale 1923

Quarto classificato Enzo Parasacchi con la nave Olympia - Galeotta Austro Veneta

Quarto classificato Paolo Parisi con il figurino Guerriero Burgundo

 

Complimenti ai nostri amici!

 

 Date un'occhiata ai link seguenti...

 

https://www.youtube.com/watch?v=XCHjMVkOZAM

https://www.youtube.com/watch?v=rYpeVfuhmCI

https://www.youtube.com/watch?v=9U8cvXH2lXo

https://www.youtube.com/watch?v=jak8a-ZhssE

https://www.youtube.com/watch?v=2-zU9_kQscM

https://www.youtube.com/watch?v=H5YcNHfa-V8

https://www.youtube.com/watch?v=M45qYieUiOU

https://www.youtube.com/watch?v=TgDPUPndrzk

 

ALTOBORGO

“LA FINE DELLA BESTIA”

da

storie del Narratore

….il cielo terso del mattino man mano si oscurava molte nubi lo riempivano addensandosi … anche il vento iniziava a soffiare facendo ondeggiare l’erba alta e non prometteva niente di buono infatti improvvisamente, un forte temporale diede inizio a una violenta pioggia il vento aumentava piegando gli alberi più deboli e scuoteva i rami di quelli più possenti staccando foglie e ramoscelli, la pioggia con scrosciare sempre più vigoroso allagava il sentiero, acqua e fango impedivano di camminare con sicurezza e fui così costretto a passare sull’erba alta.… nell’affrettarmi ero affaticato e credevo di essermi perso intanto il vento e la pioggia sferzavano il mio corpo e distorcevano la visione del paesaggio poi, “grazie” al chiarore di una serie di lampi in alto scorsi finalmente il profilo del borgo che stavo cercando così rincuorato proseguo avvicinandomi sempre più ma la salita da affrontare è molto ripida, scivolo prima sul terreno fangoso e poi sulle pietre che formano il sentiero su per la montagna.

Ecco le mura, mi guardo intorno per trovare il varco d’ingresso, dalle feritoie sulle torri vi erano delle grandi lanterne accese che mi fanno orientare verso l’entrata … il portone massiccio è chiuso e con il bastone lo colpisco ma nessuno sente…. prendo una grossa pietra e tenendola ben stretta tra le mani con forza colpisco di nuovo gridando, il rumore della forte pioggia e dei tuoni non mi aiutava. Dalla feritoia nei pressi dell’ingresso si affaccia un abitante e gridando mi chiede chi ero e cosa volevo…. lo pregavo di aprire….. la figura si ritira e il massiccio portone si apre lentamente riprendo il mio fedele bastone e appoggiandomi di peso entro nel villaggio… ero esausto!

Ad accogliermi c’èrano delle persone armate con spade e bastoni tenevano le lanterne alte in modo da illuminarmi, tra loro scorgo più indietro il pastore che avevo conosciuto in precedenza anche lui mi riconosce stupito…. si avvicina e fa segno agli altri che tutto era a posto, ci avviamo verso uno stretto vicolo buio dove aveva casa intanto dietro di noi senza perdere tempo avevano già richiuso e sprangato il portone.

Entrammo, non era grande ma molto accogliente il fuoco acceso nel grande camino scaldava e illuminava l’ambiente, mi fece togliere gli abiti bagnati mi asciugai con un grande telo e indossai degli indumenti asciutti che mi aveva preparato.

Era ormai buio pesto e la pioggia era cessata ma in lontananza si sentiva ancora il fragore dei tuoni e il bagliore dei lampi che illuminavano le montagne e i boschi intorno.

Mentre conversavamo si aprì la porta alle mie spalle, una donna con lo scialle a coprire anche il capo entra salutandomi molto cordialmente… è mia moglie! … esclamò l’uomo che in poche parole spiegò la mia presenza in casa, la gentile donna si tolse lo scialle dalla testa che celava i capelli raccolti lasciandolo sulle spalle, la luce calda del camino e le candele accese sul tavolo illuminavano il suo volto… era molto bella, i tratti del viso delicati, gli occhi scuri e profondi attiravano il mio sguardo; si apprestò a preparare la tavola e mangiammo una zuppa di ortaggi, della carne cotta sulla brace e buon vino rosso.

Finito il pasto fui invitato a sedere davanti al camino, i due si misero vicino e davanti a me, le fiamme ci riscaldavano piacevolmente… iniziai così a raccontare le mie avventure mi ascoltavano con molto interesse ma nei loro sguardi che si incrociavano di tanto in tanto leggevo malinconia e tristezza, lui la strinse a se baciandole delicatamente la fronte e sfiorandole i capelli con la mano…..

delle lacrime scaturirono da quegli occhi scuri scendendo lentamente sul viso e brillando come perle, smisi di parlare, dopo qualche istante di silenzio domandai discretamente cosa li

rattristasse forse i miei racconti….. l’uomo prese la parola e disse: vedi quella spada? (era di fianco al camino custodita nel suo fodero) era di nostro figlio … Idorn il suo nome.

Fin da bambino si dimostrò intraprendente, forte, con animo gentile e altruista, gli piacevano le armi e aveva la smania di combattere infatti raggiunta l’età matura decise contro la nostra volontà di andare a servire il “Signore delle colline”, così era chiamato un nobile condottiero anziano ormai ritiratosi nei suoi possedimenti terrieri che abitava a circa sei giorni di cammino da qui, una brava persona che aveva combattuto molte battaglie contro ostili personaggi che volevano appropriarsi del suo territorio.

Messo alla prova riuscì ad essere scelto per far parte della guardia, l’addestramento fu molto duro ma venne istruito oltre che all’uso delle armi a far fronte a tutte le situazioni che avrebbe potuto incontrare. Da molto tempo giravano voci di uno strano essere che durante la notte prendeva di mira i villaggi nei dintorni sterminando la popolazione e radendo tutto al suolo; saputo ciò il Signore indignato ordinò alle sue guardie di dare la caccia a questo mostro, tra loro fu scelto anche nostro figlio. Seguirono le tracce della sua distruzione e dopo qualche tempo all’inseguimento capirono che era diretto proprio qui ad Altoborgo.

Era una sera buia, fredda e nebbiosa, iniziò a piovere….. tutti eravamo tranquilli in casa al caldo credevamo che il nostro villaggio a differenza degli altri fosse molto sicuro, arroccato su uno sperone di roccia con alle spalle un profondo burrone, mura di cinta alte tutto intorno, torri di guardia, un solo ingresso permetteva l’accesso all’interno dell’abitato, ….cosa poteva accadere?…..

Ero a letto con mia moglie che già dormiva, dovetti però alzarmi per ravvivare il fuoco nel camino in modo da mantenere il calore per tutta la notte, mentre sistemavo la legna sentivo in lontananza una specie di grugnito sempre più forte…mi vestii di corsa ed uscii, pioveva forte, all’esterno si era già radunato un gruppo armato e avevano acceso le lanterne per illuminare la piazza, le accesero anche nelle torri per illuminare almeno in parte il perimetro esterno delle mura.

Le grida disumane si facevano più forti e si avvicinavano, tuonava, la pioggia cadeva sempre più violenta i lampi illuminarono una sagoma che non si capiva cosa fosse e si avvicinava velocemente….eccola sotto le mura, le urla echeggiavano sembravano essercene cento…era spaventoso!mezzo uomo e mezzo bestia, muscoli possenti nella parte superiore del corpo, zampe con artigli e una lunga coda coperta di scaglie; tra le mani afferrava una grande ascia con lame contrapposte pesantissima, due corna appuntite proteggevano il viso marcato e pieno di cicatrici, la pioggia che violentemente batteva sul suo corpo controluce sembrava amplificargli la grandezza.

Dalle mura iniziammo a tirare sassi con le fionde ma non facevamo altro che aumentare la sua ira, aggirò il muro e trovò il portone…con tutta la sua rabbia e forza colpiva violentemente il legno che si scheggiava e scricchiolava, fu puntellato all’intero per dare maggiore robustezza intanto lo bersagliammo con le frecce ma sembrava rimbalzassero sulla pelle dura; da li a poco sarebbe riuscito ad entrare nel villaggio segnando la nostra fine.

Quando credevamo fosse ormai arrivato il nostro momento si sentì il suono di un corno e l’abbaiare dei cani in lontananza….al loro avvicinarsi riconoscemmo i soldati della guardia del Signore delle colline che ormai stavano arrivando in nostro aiuto e tra cui sicuramente nostro figlio. I cani per primi senza paura attaccarono il mostro ma con pochi colpi li uccise tutti, vide i soldati si spostò dal portone mettendosi con le spalle verso le mura era inferocito più che mai, gridava e faceva roteare la grande ascia in aria; noi non potevamo nulla contro di lui eravamo tutti anziani senza mezzi ed esperienza per affrontare un simile nemico.

Circa venti i soldati tutti con corazza e scudo metallico, spade affilate e brillanti ai bagliori dei fulmini, lo circondarono e due alla volta lo attaccavano con la spada e altri con la lancia, Idorn combatteva molto bene senza paura, io osservavo tutto da una scala di legno appoggiata all’interno delle mura….ero molto preoccupato per l’integrità di nostro figlio molte erano le guardie morte e altre ferite gravemente ma lui era ancora vivo.

All’improvviso un urlo tremendo della bestia e grida di gioia dei soldati annunciavano la sua fine, di corsa uscimmo per andare a soccorrere i soldati feriti, il sangue si mescolava all’acqua dei rivoli formati dalla pioggia colorandosi di rosso….chiamai Idorn con tutta la voce che avevo ma non rispondeva, un soldato mi indicò tra i caduti era proprio lui ferito gravemente durante l’attacco finale, gli tolsi l’elmo e l’armatura per farlo respirare meglio e fui aiutato a trasportarlo in casa non parlava e sanguinava copiosamente, chiamai mia moglie che capì subito e ci venne incontro piangendo.

Entrammo in casa liberammo il tavolo e delicatamente lo sistemammo sopra, i nostri sguardi si incrociavano i suoi occhi scuri e fieri non mostrarono alcun dolore o paura al contrario dei nostri, altre donne si prestarono per le cure, riportava molte ferite profonde e capii che purtroppo non avrebbe resistito molto, anche le altre donne capirono e in silenzio ci lasciarono soli….la madre con un fazzoletto umido gli rinfrescava le labbra e gli carezzava i capelli, io gli stringevo la mano come per trasmettergli energia vitale ma fu tutto inutile, le sue labbra si mossero per darci l’ultimo saluto lo guardammo negli occhi che per un istante si illuminarono ma subito si chiusero….tutto finì! Insieme a lui fini anche parte della nostra vita.

Il pastore con voce tremante terminò il racconto, ci fu silenzio nella stanza, i miei occhi erano gonfi di tristezza e pena con voce commossa espressi il mio dispiacere, la signora mi ringraziò e asciugandosi le lacrime si alzò per andare in un’altra stanza.

Rimasi sveglio quasi tutta la notte ripensando al triste racconto che questa volta le mie orecchie udirono e i miei occhi interpretarono dai loro sguardi.

All’alba ci ritrovammo intorno al tavolo per fare colazione era giunto il momento di riprendere il cammino verso non so dove, ringraziai di cuore il pastore e sua moglie per l’ospitalità ricevuta, uscii di casa incamminandomi verso la piazza e all’uscita del borgo altri abitanti mi aprirono il portone e salutandomi mi augurarono buona fortuna.

Presi un sentiero tra i tanti in discesa verso un’ampia pianura verde, in lontananza un laghetto rispecchiava il cielo azzurro e le nuvole bianche, dei cavalli selvatici erano li per bere ma la brezza che soffiava alle mie spalle portò il rumore dei miei passi pesanti alle loro orecchie, allarmati si allontanarono velocemente...

 

I premi della 9^ Mostra/Concorso GMCentumcellae

 

In occasione del decimo anniversario della nostra Associazione e della nona Mostra di modellismo, abbiamo deciso di personalizzare i premi del concorso con pezzi "unici".

Rimanendo coerenti allo stemma ed al logo che ci identifica,al posto delle classiche medaglie, i premi consistono in sculture 3D che ritraggono una testa di leone che ruggisce e che contiene nelle fauci una bitta ad anello.

La particolarità e "l'esclusività" sta nel fatto che lo stampo per costruire i leoni è stato fatto categoricamente a mano.

Per la sua costruzione mi sono avvalso di un piccolo leone di plastica trovato nei giocattoli di mia nipote. Dato le piccole dimensioni del prototipo, ho scolpito un blocco di resina plastica aumentando le misure di circa una

volta e mezza.

Sul primo abbozzo di scultura ho poi spalmato prima del DAS e poi colato a caldo della cera d'api per poter definire al massimo tutti i particolari. A parte ho costruito la bitta ad anello con le giuste dimensioni per essere 

leoneprofilo1     

"accolta" nelle fauci del leone.
A questo punto è bastato fare uno stampo utilizzando dell'ottima gomma siliconica sia per il leone che per la bitta: lo stampo è stato usato poi per produrre le "colate" di resina a freddo.

Per quanto riguarda la pittura anche questa tutta fatta in “casa” con l’uso prevalente della tecnica del pennello asciutto. I colori saranno oro, argento, bronzo per i premi normali, per i best di categoria e altre assegnazioni il leone sarà di bronzo invecchiato da ossido verde. Dopo aver passato a tutti il grigio verde come base è stato eseguito un lavaggio veloce con verde oliva, mentre si asciugava il colore è stata passata la prima mano di verde chiaro in modo da mescolarsi direttamente sul pezzo con successive 4 passate dello stesso colore sempre a pennello asciutto, ultima schiarita al volo con verde pastello. La stessa cosa per la colorazione degli anelli che verranno aggiunti alla fine.

Per il leone d’oro invece sopra alla base è stato fatto un lavaggio più corposo di ocra fatto asciugare e poi un passaggio di oro vecchio, oro intermedio e oro chiaro per finire.

Verranno montati infine su una base in plexiglass (non da noi costruita).

Speriamo siano di vostro gradimento.

Luigi,Paolo e Domenico.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie